martedì 31 luglio 2012

Il Dittatore



Hafez Aladeen è un dittatore capriccioso ed egoista che opprime la popolazione di Wadiya, uno stato immaginario del Nord Africa. Le Nazioni Unite lo invitano ad abbandonare il suo regime in nome della democrazia, e così si ritrova negli Stati Uniti a difendere il suo potere e ad approcciarsi con un paese culturalmente molto diverso. Si tratta di una commedia comica ispirata al libro di memorie di Saddam Hussein, che tocca corde sensibili quali il terrorismo e l'oppressione, il tutto in chiave ironica. 
Sacha Baron Cohen torna al cinema nei panni di un nuovo personaggio, il quarto dopo Ali G, Borat e Brüno, mantenendo la sua caratteristica irriverenza. Dalla sua recente interpretazione in Hugo Cabret, porta con se l'attore Ben Kingsley che recita nella parte di Tamir, zio di Aladeen. Il Dittatore è il terzo film di Sacha Baron Cohen diretto da Larry Charles. Nel film vi sono dei cameo con Megan Fox e Edward Norton.
Informazioni generali. Titolo originale: The Dictator. Paese: USA. Anno: 2012. Durata: 83 min. Genere: commedia. Regia: Larry Charles. Sceneggiatura: Sacha Baron Cohen, Alec Berg, David Mandel, Jeff Schaffer. Produttori: Sacha Baron Cohen, Alec Berg, David Mandel, Scott Rudin, Jeff Schaffer, Todd Schulman.

Attori principali. Sacha Baron Cohen: Generale Aladeen/Efawadh. Ben Kingsley: Tamir. Anna Faris: Zoey. Jason Mantzoukas: Nadal.

Opinione personale. Quando è uscito il trailer italiano di Il Dittatore, le aspettative erano alte: gag esilaranti e grandi effetti, il tutto condito dalla caratteristica sfacciataggine che contraddistingue Sacha Baron Cohen. Ma una volta arrivati al cinema, per me questo film si è rivelato una delusione. Tutte le scene più divertenti erano già state mostrare nel trailer, il resto consisteva per lo più in gag scontate e poco originali. Quando poi è entrato in scena il personaggio femminile di Zoey, la trama si è fatta più che prevedibile.
Sasha Baron Cohen ha grandi potenzialità, che a mio parere ha saputo pienamente dimostrare in Borat. Nonostante le critiche controverse, ho trovato che questo fosse un personaggio ben costruito e impersonato dall'attore, e ho apprezzato molto le scene girate in maniera amatoriale, riprendendo situazioni reali e talvolta assurde. Il Dittatore invece non ha sostanza, la trama è banale, le gag cadono troppo nella volgarità e mancano di originalità. Mi aspettavo molto di più dal nuovo alter ego di Sacha Baron Cohen, soprattutto dopo aver molto apprezzato la sua recente parte in Hugo Cabret.

Consigliato. Non è un film che consiglio, tanto meno al cinema. Al massimo da vedere per svago, se cercate un film demenziale.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...