domenica 12 agosto 2012

A Dangerous Method


A Dangerous Method è un film del 2011 diretto da David Cronenberg, tratto dall'opera teatrale di Christopher Hampton, e a sua volta tratto dal libro di John Kerr "Un metodo molto pericoloso" del 1993.
La trama si svolge tra Zurigo e Vienna spostandosi poi in America. Narra la nascita della psicoanalisi nel periodo della Prima Guerra Mondiale e i difficili rapporti tra Carl Gustav Jung (Michael Frassbender) e Sigmund Freud (Viggo Mortensen). Uno scenario che fa da sfondo ad una storia d'amore tra la paziente  Sabina Spielrein (Keira Knightley) e il suo medico curante Carl Gustav Jung che cercherà di curare i suoi problemi di schizofrenia e scavare nel suo passato per trovare ciò che la tormenta attraverso il metodo sperimentale di Sigmund Freud.

Informazioni generali. Titolo originale: A Dangerous Method Paese: Francia, UK, Canada, Germania, Svizzera. Anno: 2011. Durata: 99 min. Genere: drammatico, biografico, storicoRegia: David Cronenberg Sceneggiatura: Christopher Hampton. Produttore: Jeremy Thomas.

Attori principali. Michael Frassbender: Carl Gustav Joung. Viggo Mortensen: Sigmund Freud. Keira Kneightley: Sabina Spielrein. Vincent Cassel: Otto Gross.

Opinione personale. Ci troviamo di fronte ad un film che vanta di un cast di tutto rispetto. Michael Frassbender lo ricorderete nel film di Quentin Tarantino "Bastardi senza Gloria" come tenente Archie Hicox (uno dei bastardi). Viggo Mortensen è stato Aragorn in "Il Signore degli Anelli" con un'ottima interpretazione. Infine Keira Kneightley che non ha bisogno di presentazioni con i film dei "Pirati dei Caraibi" e il film "Orgoglio e Pregiudizio". In questo film devo dire che ha fatto un'interpretazione che mi ha angosciato parecchio nel personaggio della pazza schizofrenica. Ma nonostante l'ottimo cast il film non mi ha lasciato granchè entusiasta. Non vi sono particolari tecniche fotografiche e le inquadrature sono purtroppo delle lente  scene che seguono i passi dei personaggi, nulla di più, quindi unico punto di forza del film a mio parere è la trama. Il fascino della psicoanalisi e i suoi primi metodi sperimentali tuttavia non mi lasciano molto a fine film. Nulla di più di un racconto biografico che forse non ha saputo dare più di ciò che avrebbe potuto darmi il libro. La regia è abbastanza buona ma David Cronenberg è famoso per aver fatto film completamente diversi da questo.

Consigliato. Si e No, da guardare a tempo perso.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...