giovedì 2 agosto 2012

Il Pianista


Il Pianista è un film di Roman Polański del 2002. Racconta la vera storia di Władysław Szpilman, un talentuoso pianista ebreo, durante gli anni della seconda guerra mondiale e dell'occupazione tedesca in Polonia.
Il film apre con le note di un notturno di Chopin, suonate da Władysław Szpilman (interpretato da Adrien Brody) durante una registrazione alla radio dove lavora. L'esibizione si interrompe a causa di varie esplosioni. E' il 1° settembre del 1939 e Varsavia viene invasa: scoppia la seconda guerra mondiale. La popolazione ebrea si ritrova a subire numerose umiliazioni e restrizioni, fino ad essere relegata all'interno di un ghetto. Szpilman e la sua famiglia sono quindi costretti a trasferirvi dentro e a vivere una realtà di miseria, disperazione, povertà e morte. Un incubo che peggiora sempre più.
Il Pianista è una storia di dolore e sopravvivenza, che dimostra come talvolta la propria passione sia l'unica via di fuga in un mondo in completo delirio.

Oscar come migliore regia a Roman Polanski, miglior attore protagonista a Adrien Brody e migliore sceneggiatura non originale a Ronald Harwood, nonché Palma d'Oro al Festival di Cannes e molti altri riconoscimenti. Tutti meritatissimi per questo capolavoro, che lascia sconvolti per la brutalità della guerra e incantati per l'infinita bellezza della musica, in particolare delle sonate di Chopin.

Informazioni generali. Titolo originale: The Pianist. Paese: Regno Unito, Francia, Polonia e Germania. Anno: 2002. Durata: 132 min. Genere: drammatico, biografico, storico. Regia:  Roman Polanski . Sceneggiatura:  Ronald Harwood (tratta dalla biografia omonima di Władysław Szpilman) . Produttore: Roman Polanski, Robert Benmussa e Alain Sarde.

Attori principali. Adrien Brody: Władysław Szpilman. Frank Finlay: il padre. Maureen Lipman: la madre. Ed Stoppard: Henryk. Julia Rayner: Regina. Jessica Kate Meyer: Halina. Emilia Fox: Dorota. Thomas Kretschmann: Capitano Hosenfeld.

Opinione personaleIl Pianista è un film che riesce ad emozionare profondamente. Adrien Brody, anche lui di discendenza ebrea e polacca (da parte dei nonni paterni), è entrato alla perfezione nel personaggio, omaggiandolo con un'interpretazione da Oscar. Roman Polanski da piccolo ha vissuto sulla propria pelle le brutalità dell'olocausto, e in questa pellicola non censura la crudeltà della guerra e della follia umana. Alcune scene sono molto dolorose, in particolare quando i personaggi sono dei bambini. Ma non mancano altre riprese meravigliose, quando il pianista si lascia prendere (anche solo mentalmente) dalla sua passione e si perde tra le note di Chopin, percorrendo i tasti di un pianoforte immaginario con le mani a mezz'aria.

Consigliato: E' un film che merita di essere visto e che consiglio a tutti, in particolare a chi ha passione per la musica e il piano.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...