giovedì 7 febbraio 2013

Desiree Palmen


Desiree Palmen è una fotografa olandese nata nel 1963 a Maasbracht. La peculiarità della sua arte sta nel camuffamento: essa infatti ritrae paesaggi urbani nei quali si nasconde una figura umana che si mimetizza con l'ambiente. Nel 1999 Desiree Palmen opera il suo primo camuffamento, con costumi creati da lei, per sfuggire allo sguardo di una telecamera di sorveglianza con uno schermo di grandi dimensioni presente in un ufficio postale. "Non volevo vedermi ogni volta che andavo a comprare francobolli", ha detto. Ed è proprio questo il concetto su cui fa perno il suo studio artistico: il controllo che subiamo senza privacy e consapevolezza, le regole che si celano all'interno degli spazi pubblici. A dare ispirazione alla fotografa sono spesso i Paesi Bassi, dove vive. A Rotterdam tempo fa era vietato dormire in spazi pubblici e di conseguenza Palmen ha collocato delle persone mimetizzate a riposare o baciarsi su delle panchine in un parco. L'intento dell'artista è risvegliare la coscienza del pubblico sul controllo sempre più invadente e sull'importanza di preservare la propria privacy.

Nel processo creativo per scattare delle foto, Desiree Palmen necessita di alcuni figuranti ma talvolta pone lei stessa come soggetto, chiedendo quindi l'aiuto ad un altro fotografo professionista. L'abbigliamento camuffato viene creato da lei stessa tramite vernice impermeabile, dopo aver studiato attentamente l'ambientazione. L'artista non adopera esclusivamente la fotocamera per degli scatti ma a volte crea anche delle riprese con una videocamera.
Desiree Palmen è quindi un'artista che riesce a distinguersi ma che soprattutto ha molto da trasmettere attraverso la sua arte. Un messaggio forte che vuole scuotere la coscienza offrendo al contempo opere innovative e curiose, da osservare attentamente.
Per scoprire meglio quest'artista potete visitare il suo sito, mentre qui di seguito vi propongo una scelta di foto che riassumo i suoi vari servizi fotografici attraverso varie sperimentazioni, sia in ambienti esterni che interni. L'articolo è stato scritto traendo spunto dall'intervista L'art confondant du camouflage di Pauline de La Boulaye, il testo originale era in francese quindi spero di non aver commesso alcun errore nell'interpretare le informazioni. Buona visione della gallery fotografica!















Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...